Dal 2000 aiutiamo a
fare trading con metodo,
con newsletter e corsi
in tutta Italia.
GRATIS per te Le Newsletter I Corsi
 

Focus Macroeconomico
09/01/2006

Ti piacerebbe guadagnare in borsa in 5 minuti al giorno?
Il nostro report GOLD ti propone un metodo chiaro, semplice e facilmente replicabile!
Clicca qui per provarlo GRATIS per un mese!

I non molti dati pubblicati durante le festività natalizie hanno sostanzialmente confermato gli scenari che i principali commentatori avevano delineato, rappresentandoci una economia mondiale ancora molto forte ed in particolare quella americana ancora in territorio di robusta crescita. Cominciano comunque ad intravedersi qua e là alcuni segnali di rallentamento che, ben lungi dal far ritenere imminente una svolta recessiva, inducono a pensare che il ciclo americano abbia raggiunto il culmine e stia attuando l’atterraggio verso tassi di crescita maggiormente sostenibili. L’ipotesi che questo atterraggio sia morbido è al momento la più accreditata dagli esperti, dalla Federal Reserve, che dalla pubblicazione delle bozze della sua ultima riunione lascia trasparire la chiara sensazione di essere al capolinea nella politica di rialzo dei tassi, e dai mercati azionari, che hanno messo a segno il tradizionale rialzo di fine anno ritoccando tutti i massimi del 2005.

Un po’ meno convinto di tale scenario appare il mercato obbligazionario, che proprio negli ultimi giorni del 2005 ha fatto vedere un fenomeno abbastanza raro ma denso di implicazioni. In USA la curva dei tassi di interesse in relazione alla durata dei prestiti, che normalmente dovrebbe avere una inclinazione positiva, con tassi più alti sulle scadenze più lunghe, si è addirittura invertita. I tassi a breve hanno addirittura superato quelli decennali. In passato tale situazione ha quasi sempre precedeuto una fase di recessione economica.

Novità sono venute anche da altri due mercati che hanno molta influenza sulle variabili macroeconomiche. Sia il cambio Euro-dollaro che il prezzo del petrolio sembrano aver avviato una fase di inversione rialzista, attuando un significativo rimbalzo. A conferma del nervosismo che serpeggia anche l’oro si è riportato nuovamente nei pressi dei massimi di dicembre oltre quota 540 $.

Comincia perciò già a vacillare fin dalle prime battute dell’anno la validità dello scenario accreditato dalla maggior parte degli analisti per l’anno appena iniziato. Tale ipotesi vede un dollaro ancora forte nei confronti dell’euro e un prezzo del petrolio destinato a stabilizzarsi per lo sgonfiamento della speculazione, con conseguente rallentamento delle spinte inflazionistiche.

 

MARKET MOVERS   dal  9  al  13  Gennaio 2006

 

Quelli che seguono sono gli avvenimenti economici della settimana che considero più importanti, cioè quelli che con maggiore probabilità sono destinati ad influenzare l’andamento dei mercati. In USA tali avvenimenti vengono chiamati “Market Movers”. Chi desidera consultare l’elenco completo degli avvenimenti macroeconomici della settimana può accedere al seguente link internet: http://www.bancaintesa.it/ist/jsp/HP_UfficioStudi.jsp. Chi desidera l’elenco degli appuntamenti societari americani lo può trovare qui: http://money.cnn.com/news/companies/firstcall/.

 

Giorno

Ora

Dove

Evento

Preced.

Previs.

Commento

Lun. 9

8:00

GER

Bilancia Commerciale novembre

12,7

13,5

 

 

 

 

Comunicazioni societarie:Alcoa

Mar. 10

11:00

GER

Indice ZEW (sentiment) dicembre  

61,6

64

 

 

14:30

USA

Scorte all’ingrosso novembre m/m

+0,2%

+0,4%

 

 

 

 

Comunicazioni societarie:Genentech

Mer. 11

6:00

JAP

Superindice novembre

81,8

60

 

 

 

USA

Riserve petrolio settimanali

321,6 mln barili

 

 

 

 

 

Comunicazioni societarie:First Nat. Bank

Gio. 12

11:00

EUR

PIL eurozona 3° trim.   a/a

+1,2%

+1,6%

 

 

13:45

EUR

BCE annuncio tassi   

2,25%

2,25%

Negativo un aumento

 

14:30

USA

Sussidi disoccupazione settimanali       

271.000

 

 

 

14:30

USA

Bilancia Commerciale novembre

-68,9 mld$

-65,9 mld$

Negativo se aumenta il deficit

 

20:00

USA

Deficit Bilancio Federale dicem.

-3,4 mld$

-2,3 mld$

 

 

 

 

Comunicazioni societarie:Apple

Ven.  13

14:30

USA

Prezzi alla Produzione dic. m/m  

-0,7%

+0,4%

 

 

14:30

USA

Prezzi alla Produzione (core) dic. m/m  

+0,1%

+0,2%

Negativo se > di previs.

 

14:30

USA

Vendite al dettaglio dicem.

+0,3%

+0,8%

 

 

16:00

USA

Scorte delle imprese ottobre m/m

+0,3%

+0,4%

 

 

 

 

Comunicazioni societarie:Northern Technology, US Airways

Legenda:  In neretto i dati più importanti;  a/a= anno su anno;   m/m= mese su mese;  t/t= trimestre su trimestre; t/t a= trimestre su trimestre annualizzato; ann. = dato annuo; prel.= preliminare; rev.= revisione; def.= definitivo;  Preced.= ultimo dato pubblicato;  <= minore; >= maggiore; Previs.= media previsioni analisti; mln= milioni; mld= miliardi; $=dollari

Dati tratti da Ufficio Studi Banca Intesa; Bloomberg. Commenti di Borsaprof.it

 

____________________________________________________________________________________________________
Pierluigi Gerbino - P. Iva 02806030041
v. Torino 81 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)

I contenuti, le analisi e le opinioni pubblicati in questo sito sono realizzati da Pierluigi Gerbino, che se ne assume la responsabilità a tutti gli effetti. Tutti i diritti di utilizzo, riproduzione e divulgazione sono riservati. Nessuna parte del sito potrà essere prelevata, trasmessa, tradotta, pubblicamente esposta, distribuita o incorporata in altre opere d'ingegno.

VUOI FARE TRADING CON SODDISFAZIONE?

IMPARA IL TRADING DA CASA:  9 Webinar in diretta e differita per imparare a fare bene il trading online. Il primo webinar è gratis.

FARE TRADING CON LE OBBLIGAZIONI: 2 Webinar in diretta e differita per capire il mondo delle obbligazion per l’investimento ed il trading .

APRI LA PORTA A FUTURES ED OPZIONI: 2 Webinar in diretta e differita per imparare ad utilizzare nel tuo trading gli strumenti finanziari derivati.

                                           SCOPRILI QUI